Home Business 11 errori da evitare quando si cerca un finanziamento aziendale

11 errori da evitare quando si cerca un finanziamento aziendale

182
0

Ottenere finanziamenti per la tua attività, sia nuova che consolidata, può essere estenuante e frustrante. Il successo non è una certezza. Ma puoi aumentare le tue possibilità di ottenere fondi se eviti passi falsi.

Nella mia esperienza, ecco 11 errori comuni di aziende e imprenditori che cercano finanziamenti.

11 Errori di finanziamento comuni

Nessun piano aziendale. Presentarsi in banca senza un piano credibile molto probabilmente ucciderà le tue possibilità di ricevere un prestito. Dimostra che non hai fatto i compiti. Anche gli investitori azionari vorranno vederne uno. Avere un piano aiuta anche a comunicare obiettivi a lungo termine e i metodi per raggiungerli. Un piano aziendale dovrebbe contenere proiezioni di entrate e affrontare ciò che fai meglio dei tuoi concorrenti.

Nessun rendiconto finanziario. È necessario inviare i dati finanziari correnti. Essere onesti. Devi tenere conto di ogni dollaro che entra ed esce in modo da avere un controllo sul flusso di cassa. Chiedi a un commercialista preparato, di preparare i tuoi rendiconti finanziari e coinvolgi quella persona nella tua ricerca di fondi.

Andare da solo. Hai bisogno di almeno un partner. Questo è qualcuno che, come te, ha una partecipazione finanziaria nel business. Questa persona partecipa al processo decisionale e al rischio. Lui o lei è qualcuno con cui scambiare idee e dissuaderti da quelle cattive. I finanziatori e gli investitori vogliono vedere una squadra o almeno un partner perché se ti succede qualcosa vogliono sapere che l’azienda può continuare a funzionare.

Sottovalutare di quanti soldi hai bisogno. Se gli investitori pensano che tu abbia calcolato male l’importo di cui hai bisogno per crescere, non ti finanzieranno. Ricorda che possono esserci commissioni legate a prestiti e partecipazioni. Aggiungili all’importo richiesto.

Non cercare i finanziatori corretti. I finanziatori o gli investitori hanno standard e regole differenti. Alcuni investitori azionari preferiscono determinati settori. Indagare quali fonti di finanziamento sono giuste per la tua attività.

Assumere troppi debiti personali. Molti nuovi imprenditori iniziano finanziando la loro impresa tramite carte di credito personali, mutui per la casa o seconde ipoteche. Altri ottengono prestiti da amici e familiari. Questi sono a volte buoni metodi per i nuovi imprenditori per stabilire un track record da mostrare eventualmente ai potenziali finanziatori. Tuttavia, l’accumulo di debiti personali può danneggiare il tuo punteggio di credito, qualcosa che i finanziatori considerano quando esaminano una domanda di prestito. E dovresti conoscere il tuo punteggio di credito prima di avvicinarti a prestatori o investitori.

Incertezza su come utilizzare i soldi. Sia le banche che gli investitori vogliono che i soldi che iniettano nella tua azienda vengano utilizzati per aumentare le entrate, in modo che possano essere rimborsati. Diviene quindi obbligatorio avere un piano chiaro su come utilizzerai i loro soldi per raggiungere questo obiettivo.

Lesinare su marketing e vendite. Sia i potenziali finanziatori che gli investitori azionari vogliono vedere uno slancio: un costante aumento delle vendite. Se non allochi abbastanza risorse per il marketing e la pubblicità all’inizio, le tue entrate si bloccheranno. Ciò danneggerà gravemente le tue possibilità di attrarre qualsiasi tipo di finanziamento.

Non assumere abbastanza personale. Se la tua attività richiede un venditore, assumi uno all’inizio. Devi iniziare forte e dimostrare che il tuo prodotto o servizio ha una domanda e uno slancio.

Prendendo il tipo sbagliato di finanziamento. Se cerchi il controllo sul processo decisionale per la tua attività, l’investimento azionario non fa per te. Gli investitori in azioni vorranno un ruolo nel modo in cui viene gestita la tua attività. Se non puoi conviverci, il debito è una scelta migliore; i finanziatori lasciano le operazioni commerciali a te.

Aspettare troppo a lungo per ottenere finanziamenti esterni. Se hai bisogno di aumentare il numero di dipendenti, lo spazio fisico, il marketing o l’inventario, fallo rapidamente. In caso contrario, le tue entrate potrebbero diminuire, il che rende la tua azienda meno attraente in seguito per istituti di credito o investitori. Un conto corrente aziendale con un saldo basso è una bandiera rossa per le banche.

Fonti di finanziamento

La maggior parte delle aziende che vogliono crescere a un certo punto avranno bisogno di finanziamenti esterni. Tienilo a mente quando determini quanto debito personale assumere nelle prime fasi dell’operazione.

Oggi esistono molte più scelte di finanziamento rispetto a soli 10 anni fa. Ciò è dovuto, in parte, alla fusione di tecnologia e finanza . I prestatori online e i portali di crowdfunding azionario che attraggono individui che non avrebbero mai potuto investire prima sono due opzioni non tradizionali. Con una preparazione adeguata e una buona solvibilità, dovresti essere in grado di ottenere il finanziamento che meglio soddisfa le tue esigenze.

Articolo precedenteGuida pratica per avviare un e-commerce
Articolo successivoI 6 modelli di business dell’ecommerce
Ciao! Sono Giovanni D'Addabbo, growth hacker e full stack developer. Scrivo di tecnologia, startup ed e-commerce da diversi anni e su diverse piattaforme. Ho lavorato a progetti di varie dimensioni che vanno da piccole aziende locali a grandi aziende ricoprendo la posizione di e-commerce manager. Detesto gli imprevisti e le pressioni eccessive, quindi cerco di prevenirli organizzando il lavoro nel modo più preciso possibile e con una tempistica per raggiungere gli obiettivi in anticipo in modo che ci sia tempo per rivedere tutto e stare tranquilli. Se vuoi sapere qualcosa in più su di me o sei interessato allo startup di nuovi progetti, visita il mio sito internet.